L’odontoiatria pediatrica è quella branca dell’odontoiatria che si occupa delle prevenzione e della cura dei bambini.

Kids-04

Fra i 3 e i 6 anni è possibile intercettare una crescita eccessiva o lenta delle basi ossee ed intervenire con apparecchiature ortopedico-funzionali.

Questi trattamenti non escluderanno in futuro eventuali interventi ortodontici, ma permetteranno di avere una migliore funzione dell’apparato masticatorio ed una migliore estetica facciale.

Ulteriori trattamenti, se necessari, saranno più semplici, veloci e, spesso, con esiti più soddisfacenti!

Questa prima visita, specie se non c’è la necessità di un intervento immediato per carie o altro, è molto utile al bambino ed ai suoi genitori per conoscere l’ambiente, il medico e il personale ausiliario, allontanando le paure che spesso accompagnano questa visita.

In cosa consiste la prima visita

Lo scopo della prima visita è quello di diagnosticare eventuali patologie del cavo orale, che colpiscono i denti e le mucose buccali o intercettare le malocclusioni. In occasione della prima visita vengono compilati i documenti necessari allo svolgimento delle attività, quali: anagrafica, anamnesi fisica generica, consenso informato.

Dopo questi doverosi preliminari si procede all’esame obiettivo, durante il quale ogni strumento e ogni azioni viene descritta al bambino con un linguaggio semplice e consono all’età. In nessun caso si mentirà al piccolo paziente. Ciò che è fastidioso e/o doloroso viene annunciato al bambino affinché si crei un rapporto di fiducia reciproca tra medico-piccolo paziente.

Verranno fornite istruzioni sull’igiene orale domiciliare e, se necessario, eseguite RX endorali o ortopanoramica.

Come prepararsi all’appuntamento

Le 8 regole da seguire!!!

Affinché la prima visita dal dentista risulti per il bambino una esperienza positiva, raccomandiamo ai genitori di seguire una serie di consigli:

  1. Fissare l’appuntamento in giorni e orari tranquilli. Il bambino non deve essere stanco. Ideale sarebbe un appuntamento in mattinata.
  2. Effettuare la prima visita dal dentista quando il bambino non presenta alcun dolore, in modo che sia un incontro piacevole e non diventi una situazione traumatica per il piccolo.
  3. Preparare il bambino alla visita con positività e serenità, ma soprattutto cercando di spiegare al bambino che il dentista è una figura amica.
  4. Non nominare parole che possano provocare nel bambino una paura superflua come per esempio male, paura, dolore, trapano.
  5. Informare il bambino riguardo la visita solo qualche giorno prima, senza enfatizzare troppo questo evento.
  6. Non trasmettere la propria eventuale ansia nell’andare dal dentista. I vostri figli possono avere un approccio diverso.
  7. E’ preferibile portare il bambino al primo appuntamento accompagnato da un solo genitore; il bambino potrebbe pensare che la presenza di entrambi i genitori sia sintomo di una situazione grave.
  8. Assistere il bambino durante la prima visita, mentre durante i futuri appuntamenti il bambino entrerà da solo nello studio. In questo modo è più semplice creare un rapporto più stretto di fiducia tra dentista e bambino.

CONSIGLI

L’età consigliata per la prima visita odontoiatrica è tre anni.

CURIOSITÀ

Studi epidemiologici affermano che la frequenza delle agenesie (mancanza di uno o più denti permanenti) risulta compresa tra 0,7% e 9,6%, con una media del 6%; in Italia, secondo le statistiche, almeno il 4,5% della popolazione è colpito da un problema agenetico.

EVITARE

Non nominare parole che possano provocare nel bambino una paura superflua, come per esempio: male, paura, dolore, trapano.